Sanità

La sanità ha bisogno di un piano straordinario dedicato capace di rilanciare il settore e promuovere l’efficienza dei grandi ospedali e dei presidi, mai dimenticando i piccoli ospedali di comunità; dobbiamo attivare un processo che ci conduca a una sanità “a chilometro zero” e rivedere l’offerta delle residenze per anziani.
L’assistenza diretta sul territorio di Brindisi è una necessità, bisogna portare la sanità dai pazienti, incentivare i medici di famiglia e le farmacie a dotarsi di strumenti e tecnologie innovative come la telemedicina, incentivare i meccanismi per l’accesso agli assegni di cura e alle cure per le cronicità. Dobbiamo rafforzare la medicina di genere e la cultura della prevenzione.

Non siamo a corto di risorse, bisogna solo imparare a ottimizzarle permettendo il potenziamento del sistema e recuperando la fiducia dei cittadini nei confronti degli ospedali pubblici.