Cultura e Turismo

Sul tema della cultura e del turismo, occorre costruire un’identità per diventare destinazione turistica. Per fare questo è necessario associare Brindisi e i paesi della sua provincia a un “fattore di attrattiva”, una visione definita che ci attribuisca un carattere di esclusività.
Il nostro territorio possiede un ricco ventaglio d’offerta: il porto, i parchi naturali protetti, i vigneti e gli uliveti, la bellezza dei borghi storici, i musei, la cultura gastronomica, e così via…
Ma un “fattore di attrattiva” è tale solo se attorno ad esso si sviluppano tutte quelle attività di servizio che ne rendano possibile la fruizione e facilitino la sosta dei turisti. 

Va detto a chiare lettere che la prima cosa da fare è sollecitare il senso di identità della nostra comunità, inculcare la consapevolezza di essere noi stessi i primi testimonial della città, comprendere che la reputazione della provincia di Brindisi, oltre che da politiche ben studiate ed applicate, è generata dai nostri comportamenti di ogni giorno, dalla nostra qualità della vita, dalla cura verso la terra che abitiamo.
Il secondo intervento è, senza dubbio, sul modello di governance: necessitiamo di progetti e di una visione condivisa per il raggiungimento dello sviluppo complessivo di tutti i settori in gioco. Il turismo deve essere visto come un ecosistema nel quale siano perfettamente integrati a rete attori locali e non, pubblici e privati.  

Alla nostra provincia non manca nulla, dobbiamo lavorare e costruire servizi e infrastrutture che rendano il nostro territorio non solo un punto di arrivo e di partenza, ma un punto di permanenza.