Ceglie, valorizzare i suoi punti di forza

Ceglie, valorizzare i suoi punti di forza

Ceglie è riuscita, in pochi anni e grazie agli interventi regionali dell’ultimo decennio, a costituire una realtà forte e necessaria nel settore culturale. La #cultura non è un movimento a sé stante, cultura vuol dire luogo, vuol dire accoglienza, conoscenza, socialità, condivisione e cura del prossimo. 

Oltre l’aspetto culturale Ceglie, nella nostra provincia, rappresenta l’eccellenza del patrimonio #gastronomico, in cucina e in produzione #agricola. È proprio a Ceglie che, da anni, sono fiorite piccole e medie realtà che si battono per il recupero dei semi antichi, per il ripristino di vecchie e nuove coltivazioni, per preservare le tradizioni che permettono la nostra affermazione nel campo produttivo.

L’agricoltura è un giacimento da difendere e su cui continuare ad investire, oggi – più di ieri – è necessario rivedere i meccanismi di redistribuzione dei fondi a favore delle piccole aziende del territorio, dei nuovi insediamenti, dei giovani agricoltori e delle politiche di greening.

Abbiamo bisogno di un intervento forte e chiaro del sistema pubblico attraverso un osservatorio sui prezzi a tutela dei piccoli produttori, occorre ripensare il PSR con una nuova visione e soprattutto in modo partecipato. Agricoltura significa soprattutto difendere e rafforzare la nostra cultura e le nostre tradizioni e, come sempre, l’occhio di riguardo e la cura devono partire dal basso, dal produttore più piccolo, da chi – grazie al proprio lavoro – ci consente di godere dei frutti della nostra terra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.